o-6 mesi. Sostenere lo sviluppo del tuo bambino

Foot massage

Le ricerche condotte sullo sviluppo in età evolutiva hanno permesso di identificare delle fasce d’età, all’interno delle quali i bambini acquisiscono nuove abilità. Tali tappe di sviluppo non devono ovviamente essere considerate in modo rigido ma, nel rispetto della variabilità individuale, sono un utile riferimento per capire come interagire in modo ottimale con il piccolo, favorendone la crescita.

0-1 mese

Sebbene i neonati non possiedano dei sistemi percettivi maturi come quelli degli adulti, essi normalmente vedono e sentono abbastanza per funzionare efficacemente nel loro ruolo di neonati (Hainline, 1998). Se avessero maggiori capacità percettive, probabilmente accrescerebbe la mole di informazioni che andrebbe filtrata per concentrare l’attenzione sugli stimoli salienti.

Iniziate da subito a stimolare i sensi e ad assecondare il senso del ritmo:

  • mostrategli colori e forme ad una distanza di 20-25 cm (campo visivo);
  • muovete le dita davanti a lui;
  • fate muovere degli oggetti all’interno del suo campo visivo, li seguirà con gli occhi e con la testa;
  • cantate canzoncine e recitate filastrocche;
  • parlategli facendogli vedere bene i movimenti delle labbra.

1-2 mesi

I piccolo inizia a sorridere e a reagire alla voce con lievi suoni gutturali.

Inizia a tenere sollevata la testa, ma non a lungo.

Per stimolare la sua attenzione può essere utile:

  • mantenere uno stretto legame visivo;
  • assumere diverse espressioni quando gli parlate;
  • parlargli anche lentamente;
  • rendere interessante l’ambiente con giochi colorati e morbidi;
  • mostrategli le sue manine e fate giochi in cui distendete ad una ad una le sue dita;
  • stimolate la manualità facendogli toccare oggetti di materiale diverso acqua, borotalco, tessuti tiepidi.

Aiutatelo a rafforzate i muscoli della testa:

  • quando il bimbo è in posizione prona, avvicinate al visetto un oggetto colorato in modo che sollevi la testa per guardarlo.

3 mesi

Il bambino è sempre più attivo nell’interazione e risponde alle conversazioni con gridolini, rumori, movimenti della testa o delle labbra.

Comincia a capire il proprio corpo, lo guarda e muove le dita. Sembra manifestare il desiderio di afferrare gli oggetti.

Riesce a tenere la testa costantemente eretta.

Sollecitate la sua curiosità:

  • coinvolgetelo in delicati giochi fisici come piegare e stendere le gambe, battere le manine;
  • proponetegli oggetti di materiali diversi che possa osservare e toccare;
  • accogliete le sue espressioni con lodi, gioie e apprezzamenti.

4 mesi

Il bimbo è interessato a nuovi giochi, suoni, luoghi, persone e sensazioni. Riconosce oggetti e luoghi familiari, capisce la routine, si agita alla vista del seno o del biberon. Gli piace stare seduto e guardarsi attorno.

  • Tenetelo sollevato con dei cuscini;
  • giocate molto;
  • fornitegli giocattoli rumorosi;
  • parlategli di ciò che fate e vedete insieme, descrivendo in modo sempre più dettagliato gli oggetti e le attività. Questo è davvero molto importante perché con questa piccola attenzione lo guidate nell’esplorazione di un mondo nuovo;
  • mettetevi leggermente di lato a lui e richiamate la sua attenzione in modo che debba ruotare il busto per vedervi.

baby with teddy bear5 mesi

Aumenta la capacità di concentrazione e il bimbo riesce a guardare gli oggetti più a lungo. Interagisce con lo specchio sorridendo e allungando le manine; gira la testa verso i suoni e muove gambe e braccia per attirare l’attenzione. La testa non ciondola più, né quando è seduto né quando il bambino viene fatto dondolare. Cercherà di portare tutto alla bocca.

  • Ogni volta che cerca di richiamare la vostra attenzione comunicategli che avete capito guardandolo, parlandogli o andando verso di lui. Così facendo imparerà a chiedere aiuto e a fare affidamento su di voi. Non abbiate paura che si vizi;
  • chiamatelo per nome;
  • giocate a “bubu settete”, “farfallina bella e bianca”, “piazza bella piazza”;
  • aiutatelo a stabilizzare la testa facendo piccoli esercizi di dondolio (es. farlo oscillare delicatamente tra le vostre braccia).

6 mesi

Comincia a sollevare le braccia per farsi prendere in braccio, cerca di attirare l’attenzione emettendo suoni e gridolini, fa le bollicine con la saliva ed inizia ad essere timido nei confronti degli estranei.

Quando è sdraiato a pancia in giù riesce a caricare parte del peso sugli avambracci e siede con le mani in avanti per sostenersi.

Passa gli oggetti da una mano all’altra e si diverte a farli cadere.

  • Rispondete ai suoi richiami avvicinandovi con le braccia tese;
  • giocate con lui a far cadere gli oggetti e a raccoglierli;
  • fate giochi di dare e prendere;
  • verbalizzate le azioni e le conseguenze (es. spingete la palla e commentate che rotola);
  • giocate al cavalluccio per aiutarlo a sostenere il proprio peso prima di camminare.

(Barbara Gentile)

7-12 mesi. Sostenere lo sviluppo del tuo bambino – leggi l’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...